Recensioni

https://www.italiadimetallo.it/recensioni/12947/koza-noztra/cronaca-nera-parte-2

Il primo aspetto interessante nell'ascolto dei Koza Noztra è che, come da loro stessi sostenuto nella biografia, non si tratta di un gruppo ordinario; certamente come altri propongono un hard rock di stampo classico, ma la differenza e la vera forza sta nei temi trattati. I loro testi infatti, rigorosamente in italiano, conducono verso una rappresentazione piena di crudezza e cinismo della società moderna, una fotografia impietosa del degrado che molti vedono ma che, vuoi per indifferenza, vuoi per egoismo, preferiscono tenere fuori dalla porta di casa, convinti che i problemi siano sempre degli altri..

(continua a leggere...)

http://www.freakoutmagazine.it/29-04-2014/music-mag/recensioni/56609/koza-noztra-cronaca-nera-parte-ii-autop-il-manifesto-piu-oscuro-del-metal-italiano/

Per chi non li conoscesse, i Koza Noztra sono una realtà isolata nel panorama musicale italiano, e i motivi sono due. Innanzi tutto è l’unica band con sonorità heavy metal ad utilizzare efficacemente ed in modo originale un cantato in italiano che sia comprensibile (lo fanno anche molti gruppi grindcore o thrash metal, ma in questi casi l’utilizzo della nostra lingua è a dir poco superfluo per la cripticità del linguaggio dovuta alla tecnica vocale utilizzata), in secondo luogo si rendono unici per i testi delle loro canzoni, non tanto per le tematiche trattate, ma per il modo in cui tali argomenti sono affrontati.

(continua a leggere...)

https://metalitalia.com/album/koza-noztra-cronaca-nera-parte-ii/

I temibili Koza Noztra chiudono il cerchio aperto nei mesi scorsi pubblicando la tanto attesa seconda parte di “Cronaca Nera”, epitaffio composto da ulteriori sei proiettili intrisi di sangue, cinismo e reale perversione quotidiana. Presentato da un’eloquente copertina che non lascia il benché minimo spazio al più tenue spiraglio di speranza per un mondo migliore, questo secondo capitolo viene oltremodo irrobustito da un telaio sonoro più quadrato e pesante del suo predecessore.

(continua a leggere...)

http://www.italiadimetallo.it/recensioni/12947/koza-noztra/cronaca-nera-parte-2

Il primo aspetto interessante nell'ascolto dei Koza Noztra è che, come da loro stessi sostenuto nella biografia, non si tratta di un gruppo ordinario; certamente come altri propongono un hard rock di stampo classico, ma la differenza e la vera forza sta nei temi trattati. I loro testi infatti, rigorosamente in italiano, conducono verso una rappresentazione piena di crudezza e cinismo della società moderna, una fotografia impietosa del degrado che molti vedono ma che, vuoi per indifferenza, vuoi per egoismo, preferiscono tenere fuori dalla porta di casa, convinti che i problemi siano sempre degli altri.

(continua a leggere...)

http://www.rock-metal-essence.com/2014/04/koza-noztra-cronaca-nera-parte-ii.html?m=0

Con l'uscita di Cronaca Nera (parte II) si completa il primo concept-album dei Koza Noztra, sostanzialmente suddiviso in due EP. Un viaggio brutale, cinico, spietato, indifferente, nella genesi del delitto, e non solo.

(continua a leggere...)

http://www.metalhead.it/?p=30665#more-30665

Esce la seconda parte dell’album di debutto dei Koza Noztra. Un lavoro spezzato in due tempi, diciamo pure ridotto a due EP, e chissà se abbia stuzzicato ancor di più l’attenzione della gente. 

(continua a leggere...)

http://ilmondodiedu.blogspot.com/2014/02/track-by-track-koza-noztra-cronaca-nera.html

Avevamo già parlato della prima parte di questa saga in tre atti dei Koza Noztra dedicata ai mali oscuri della società moderna in bilico tra ironia nerissima e cinismo senza alcuna luce alla fine del tunnel.
Il 21 Febbraio sarà distribuito il secondo EP intitolato “Cronaca Nera PT II”.
Se nella prima parte i nostri si soffermavano sulla decadenza dell’uomo comune ormai ridotto a bestia senza più alcun controllo sui suoi istinti, nella seconda parte l’occhio disincantato dei Koza Noztra abbraccia stavolta l’intera società: il risultato è ancora una volta apocalittico, brutale, ctonio.

(continua a leggere...)