Recensioni

http://www.metalhead.it/?p=44609

Il primo aspetto interessante nell'ascolto dei Koza Noztra è che, come da loro stessi sostenuto nella biografia, non si tratta di un gruppo ordinario; certamente come altri propongono un hard rock di stampo classico, ma la differenza e la vera forza sta nei temi trattati. I loro testi infatti, rigorosamente in italiano, conducono verso una rappresentazione piena di crudezza e cinismo della società moderna, una fotografia impietosa del degrado che molti vedono ma che, vuoi per indifferenza, vuoi per egoismo, preferiscono tenere fuori dalla porta di casa, convinti che i problemi siano sempre degli altri..

(continua a leggere...)

https://www.rockandmetalinmyblood.com/recensioni/koza-noztra-sancta-delicta-atto-i/2015-independent/2190/

Il primo aspetto interessante nell'ascolto dei Koza Noztra è che, come da loro stessi sostenuto nella biografia, non si tratta di un gruppo ordinario; certamente come altri propongono un hard rock di stampo classico, ma la differenza e la vera forza sta nei temi trattati. I loro testi infatti, rigorosamente in italiano, conducono verso una rappresentazione piena di crudezza e cinismo della società moderna, una fotografia impietosa del degrado che molti vedono ma che, vuoi per indifferenza, vuoi per egoismo, preferiscono tenere fuori dalla porta di casa, convinti che i problemi siano sempre degli altri..

(continua a leggere...)

http://allaroundmetal.com/component/content/article/26-releases/2168-koza-noztra-da-inserire-nei-programmi-scolastici

Sono letteralmente sbalordito.
Non credevo che dopo tanti anni di ‘’Heavy Metal’’ ascoltato, vissuto e suonato, la scoperta di una ‘’nuova’’ band potesse colpirmi cosi tanto.
Prima che mi arrivasse questo disco, non conoscevo questa concept band italiana; sono rimasto folgorato per tutta una serie di motivi che elencherò in questa recensione; premetto dicendo che non siamo in presenza di una band ordinaria, ma di un progetto decennale già definito che prevede 5 capitoli musicali a tempo determinato incentrati sui mali odierni, nazionali e non.

(continua a leggere...)

http://www.rock-metal-essence.com/2015/03/koza-noztra-sancta-delicta-atto-i.html

Ribadisco quanto già detto in passato: i Koza Noztra si avvicinano sempre più ad essere una delle metal band italiane più ispirate ed intelligenti presenti sulla scena. Sancta Delicta (Atto I), primo EP dedicato al delitto di Stato, quindi sul delitto che diventa atto sacro, liturgia, religione, è un nuovo viaggio brutale e spietato in un passato storico italiano fatto di corruzione e disagio, che ha ripercussioni vive e tangibili nel nostro presente. 

(continua a leggere...)

http://www.rockgarage.it/?p=40450

Di solito un nuovo capitolo discografico offre la possibilità di conoscere una band e di ragionare sul proprio futuro, sull’evoluzione del sound e su quanto riuscirà essa stessa a farsi conoscere nella scena. Questo approccio è sbagliato per i Koza Noztra.

(continua a leggere...)

http://www.italiadimetallo.it/recensioni/16031/koza-noztra/sancta-delicta-atto-i

Ad un anno esatto dalla recensione del loro lavoro precedente 'Cronaca Nera: parte seconda', tornano i milanesi Koza Noztra che aggiungono con 'Sancta Delicta - Atto I' un altro tassello alla loro opera. Come già scritto in passato, il gruppo ha progettato una sorta di concept che ruota intorno alla denuncia dell'uso scriteriato del potere da parte dello Stato e di chi ha in mano le nostre sorti e che finisce per abusare quotidianamente della gente comune.  

(continua a leggere...)

http://ilmondodiedu.blogspot.com/2015/05/koza-noztra-santa-delicta-atto-i-ep-2015.html

Archiviato il campionario degli orrori e delle bestialità dell’animo umano (ma si potrebbe parlare anche dei Delitti e delle Pene di ‘beccariana’ memoria) denominato Cronaca Nera Part I e Part II, i Koza Noztra sono ben lungi dall’aver concluso il loro concept apocalittico ed ecco arrivare Santa Delicta Atto I, un nuovo EP (l’Atto II è previsto nel 2016) che già dall’intro dal sapore quasi “gregoriano” (se non ci fosse una disperazione di fondo come in tutta la loro musica) non lascia spazio alla luce ma solo alle ombre:

(continua a leggere...)

https://metalitalia.com/album/koza-noztra-sancta-delicta-atto-i/

E’ praticamente impossibile rimanere indifferenti ai sanguinari fatti di cronaca che condizionano la qualità del nostro vivere quotidiano, sovente ribassata da una spirale di incessante violenza spalmata a trecentosessanta gradi dai crepitanti notiziari. Tocca dunque ai Koza Noztra vestire i panni dei più cinici e intraprendenti cronisti armati di taccuino e registratore, ai quali spetta il poco invidiabile compito di narrare con nero sarcasmo il decadimento irreversibile di una società in avanzato stato di decomposizione. 

(continua a leggere...)

http://www.metalinitaly.com/koza-noztra-sancta-delicta-atto-i-recensione/

“Lo Stato sono io, io sono lo Stato”. I Koza Noztra sono la coscienza della nazione, sono la verità spiattellata sulle nostre facce con sarcasmo, cattiveria e sincerità, sono un fulmineo grido disperato di denuncia politica e sociale molto più efficace di molti pseudo intellettuali e/o cantanti che popolano l’italica penisola. Tutto questo è “Sancta Delicta Atto I”, il primo atto di due ep (il prossimo sarà pubblicato a breve) che formeranno il nuovo album della band.

(continua a leggere...)